Agnello scottadito: una delle ricette più amate

ricetta agnello scottadito

Agnello scottadito: una delle ricette più amate

Olio Farchioni
5 da 1 voto
Un grande classico della tradizione, semplice e veloce da preparare, ideale per i giorni di festa.
Preparazione 35 min
Cottura 5 min
Tempo totale 40 min
Portata Secondo
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone
Calorie 240 kcal

Attrezzatura

  • Scodella
  • Piastra o padella

Ingredienti
 

  • 12 costolette d'agnello
  • qb olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchi aglio
  • 1 rametto rosmarino
  • qb sale
  • qb pepe

Istruzioni
 

  • Tirare fuori dal frigo le costolette più o meno 1 ora prima di cuocerle.
  • Batterle leggermente con un batticarne nella parte dove non c’è l’osso, mettendole tra 2 fogli di carta forno.
  • Mettere in una pirofila o in una scodella l’olio extravergine di oliva insieme all’aglio e al rosmarino.
  • Immergervi le costolette, massaggiarle bene in modo che si impregnino d’olio e lasciarle riposare coperte per circa mezz'ora.
  • Scaldare una padella o una piastra a fuoco vivo.
  • Quando la piastra comincia a fumare, adagiarvi e costolette.
  • Farle cuocere per circa 2-3 minuti per lato (fino a che non appariranno dorate).
  • Servirle caldissime, regolando di sale e pepe.
L’agnello scottadito, fra i piatti tradizionali è uno dei più classici, molto utilizzato nel periodo di Pasqua e non solo. Pronto a scoprire con noi la ricetta e tanti trucchi utili per non sbagliare?

Agnello scottadito: il segreto è nella carne e nell’olio

Per fare l’agnello scottadito è necessario acquistare costolette di agnellino da latte (macellato cioè in giovanissima età, prima che venga svezzato), conosciuto anche come abbacchio, l’unico che garantisce un risultato tenero e delicato.
Al momento di acquistarlo, fai attenzione a questi particolari:
  • La carne deve essere omogenea, senza macchie.
  • Il suo colore deve essere rosa molto chiaro (se fosse più scuro, vorrebbe dire che l’agnello non si è nutrito solo ed esclusivamente di latte, assumendo un gusto più marcato).
La ricetta dell’agnello scottadito prevede pochissimi ingredienti: uno dei principali, insieme alla carne, è l’olio, indispensabile per regalare alla delicata carne di agnello quel tocco di gusto in più.
Prima di metterle a cuocere, è molto importante irrorare le costolette con olio extra vergine di oliva di qualità, dal gusto piuttosto intenso, nel quale lasceremo la carne a insaporire per circa mezz’ora. Questo passaggio è fondamentale per rendere le costolette più saporite e succose, ed evitare che si secchino troppo in cottura.
Noi abbiamo optato per l’Olio Extra Vergine di Oliva Il Casolare Grezzo Naturale Riserva 1780, non filtrato, ottenuto da cultivar 100% italiane attentamente selezionate (Leccino, Peranzana e Coratina). Grazie alle sue spiccate note fruttate, quest’olio dal sapore intenso è perfetto per donare una nota di gusto in più alle delicate costolette di agnello.

Agnello scottadito: consigli di cottura

Cuocere le costolette di agnello non è difficile, basta munirsi di una piastra in ghisa o di una padella antiaderente. Per un risultato perfetto, è importante:
  • Cuocere la carne a temperatura ambiente, e mai appena tirata fuori dal frigorifero (rischierebbe di abbassare troppo la temperatura della piastra).
  • Mettere sul fuoco le costolette solo quando la piastra è molto calda (in questo modo sulla superficie della carne si formerà all’istante una crosticina indispensabile per sigillare tutti i succhi all’interno).
  • Non bucherellare le costolette con la forchetta durante la cottura, perché forandole i succhi tenderebbero a fuoriuscire.
  • Non cuocerle mai troppo, in quanto tendono a indurirsi: 2, massimo 3 minuti per lato sono più che sufficienti.
Ora che tutti i trucchi per un agnello scottadito perfetto li conosci, non ci resta che lasciarti alla nostra ricetta, augurandoti buon appetito...

Acquistalo Ora sul nostro Eshop