Coniglio alla cacciatora: una ricetta semplice e gustosa

coniglio alla cacciatora ricetta

Coniglio alla cacciatora: una ricetta semplice e gustosa

Olio Farchioni
5 da 2 voti
Un piatto gustoso e semplice da preparare, che affonda le sue radici nella tradizione contadina.
Preparazione 1 h
Cottura 1 h 30 min
Tempo totale 2 h 30 min
Portata Secondo
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone
Calorie 300 kcal

Attrezzatura

  • Casseruola

Ingredienti
 

  • 1 Coniglio da 1 kg circa
  • 2 spicchi Aglio
  • 1/2 bicchiere Aceto
  • qb Olio Extra Vergine di Oliva
  • qb Vino bianco
  • 150 gr Funghi champignon
  • 50 gr Olive nere
  • 50 gr Capperi
  • 2 rametti Rosmarino
  • qb Sale
  • qb Pepe

Istruzioni
 

  • Scaldare l’aglio in una casseruola con l’olio extravergine di oliva e aggiungere i pezzi di coniglio.
  • Farlo rosolare a fuoco alto per circa 15 minuti.
  • Abbassare la fiamma, sfumare con un bicchiere di vino bianco e continuare a cuocere con il coperchio, a fuoco basso.
  • Aggiungere i funghi champignon tagliati a fettine.
  • Preparare un trito con olive e capperi e aggiungerlo al coniglio.
  • Mescolare di tanto in tanto, e aggiungere altro vino man mano che si consuma.
  • Passata circa 1 ora, aggiungere mezzo bicchiere di aceto, lasciarlo sfumare e cuocere a fuoco alto per 10-15 minuti.
  • Servire caldo
Oggi ti proponiamo una ricetta classica, uno dei secondi piatti più amati, il coniglio alla cacciatora, semplice da preparare, a patto di seguire alcuni consigli di esperienza.

Come preprare il coniglio alla cacciatora?

Per una perfetta riuscita di questa ricetta, chiedi al tuo macellaio un coniglio molto giovane: la sua carne è più tenera e ha un gusto più delicato, meno “selvatico”.
Considera che il peso medio di un coniglio giovane è più o meno di 1 kg, massimo 1 kg e mezzo.
  • Fallo tagliare in pezzi non troppo grandi direttamente dal macellaio, perché è procedura non semplice se non l’hai mai fatta.
  • Una volta a casa puoi conservare il coniglio in frigorifero, coperto da una pellicola trasparente, per 2-3 giorni, avendo l’accortezza di tirarlo fuori almeno 1 ora prima di metterlo in pentola.
  • Prima di cuocerlo, lascia marinare il coniglio per circa 1 ora in acqua e aceto bianco, per rendere la carne ancora più tenera e togliere l’eventuale sapore di selvatico.

Coniglio alla cacciatora: quale olio scegliere?

Quella del coniglio alla cacciatora è una ricetta semplice e saporita, con pochi ingredienti da scegliere con cura, a cominciare dall’olio: fondamentale per rosolare il coniglio a dovere, deve essere extravergine di oliva, possibilmente di sapore e profumo piuttosto intensi, per dare al piatto una sferzata di gusto.
L’olio extravergine di oliva è perfetto per le rosolature, in quanto ha un alto punto di fumo che gli permette di sopportare molto bene le alte temperature senza bruciare e alterare il gusto del coniglio alla cacciatora.
Noi abbiamo scelto l’Olio Extra Vergine di Oliva Farchioni Fruttato, nato dalla spremitura delle olive all’inizio della maturazione, caratterizzato da un gusto pieno e rotondo, con sentori fruttati e dal finale gradevolmente amarognolo, che ben si sposa gli altri ingredienti del coniglio alla cacciatora.
Un ultimo consiglio: a ricetta finita, una volta impiattato, guarnisci il coniglio con un filo di olio a crudo, per dargli un ulteriore tocco di gusto.
Ora che tutti i segreti per un coniglio alla cacciatora perfetto li conosci, non ci resta che lasciarti alla nostra ricetta, augurandoti buon appetito.

Acquistalo Ora sul nostro Eshop