Pizzelle Napoletane: una ricetta classica del Sud Italia

pizzelle napoletane

Pizzelle Napoletane: una ricetta classica del Sud Italia

Olio Farchioni
5 da 9 voti
Un classico della cucina napoletana, una ricetta che piace a grandi e piccoli.
Preparazione 20 min
Cottura 10 min
Attesa 2 h 30 min
Tempo totale 3 h
Portata Antipasto, Aperitivo
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone
Calorie 450 kcal

Attrezzatura

  • Ciotola
  • Spianatoia
  • pellicola trasparente
  • Padella
  • carta assorbente

Ingredienti
 

Pizzelle

  • 250 gr Farina 0
  • 250 gr Farina 00
  • 5 gr Lievito di birra fresco
  • 10 gr Sale
  • 300 ml Acqua
  • 2 cucchiai Olio extravergine d’oliva
  • qb Olio di oliva (per la frittura)

Condimento

  • 300 gr Pomodori pelati
  • 1 spicchio Aglio
  • qb Parmigiano
  • qb Olio extravergine d’oliva
  • qb Basilico
  • qb Sale

Istruzioni
 

Condimento

  • Soffriggere l’aglio in olio extravergine di oliva.
  • Aggiungere i pelati schiacciati e lasciar cuocere per 15 minuti.
  • Aggiustare di sale.

Pizzelle

  • Sciogliere il lievito in 2 dita di acqua tiepida 
  • In una ciotola mescolare l’acqua e il lievito sciolto, aggiungendo man mano la farina
  • Aggiungere l’olio extra vergine di oliva.
  • Quando l’impasto comincia ad assumere una certa consistenza, aggiungere il sale e cominciare a impastare con le mani su una spianatoia.
  • Una volta che il panetto sarà liscio e omogeneo, riporlo in una ciotola ampia, ricoperto da pellicola trasparente, per 2 ore.
  • Una volta lievitato, mettere l’impasto sulla spianatoia, staccare dei pezzetti di circa 50 g l’uno e allargarli con le mani, fino a formare delle pizzette.
  • Coprire le pizzelle con un panno e lasciarle lievitare per altri 30 minuti circa.
  • Far scaldare in una padella dai bordi alti abbondante olio di oliva.
  • Friggere le pizzelle, aspettando che si gonfino e diventino dorate.
  • Adagiarle su un panno di carta assorbente.
  • Condirle quando sono ancora calde con un cucchiaio di sugo, una spolverata di parmigiano, una foglia di basilico e un filo di olio a crudo.
pizzelle napoletane

Oggi prepariamo insieme le famose pizzelle napoletane, così invitanti che solo a guardarle mettono l’acquolina in bocca! Tipiche della cucina napoletana, sono dischetti di pizza fritti, ideali come merenda, aperitivo o antipasto.


Le tradizionali pizzelle napoletane vengono condite con sugo di pomodoro, parmigiano e basilico, ma possono essere servite in tanti modi diversi, a seconda dei gusti.


Per le pizzelle napoletane ci vuole l’olio giusto


Si può dire che l’olio è l’ingrediente “principe” della pizzella: viene utilizzato nell’impasto, per la frittura e per il condimento finale.


Per l’impasto e il condimento è importante scegliere un buon olio extra vergine di oliva, per più di un motivo:


  • Renderà l’impasto più soffice e facile da lavorare.

  • E’ più sano e digeribile dell’olio di semi, che tende ad appesantire il fegato.

  • Aggiunto a crudo al momento di servire le pizzelle, gli dona un tocco di gusto inconfondibile.


Noi abbiamo scelto l’Olio Extra Vergine di Oliva il Casolare Fruttato Intenso, caratterizzato da un gusto forte ma equilibrato, perfetto non solo per essere aggiunto a crudo sulle pizzelle, ma anche per dare più sapore all’impasto.


Per quanto riguarda la frittura, ti consigliamo di scegliere l’olio d’oliva, migliore dell’olio di semi, perché:


  • Ha un alto punto di fumo: alle alte temperature non “brucia”, rilasciando sostanze nocive.

  • E’ più leggero per il fegato: la frittura fatta con l’olio di oliva è più digeribile, oltre che più buona.


Noi abbiamo utilizzato l’Olio di Oliva Farchioni, dal gusto dolce, leggermente  fruttato, molto delicato, che ben si presta alle fritture.


Pizzelle napoletane: consigli per l’impasto 

Per preparare le pizzelle napoletane servono solo farina, acqua, lievito, sale e olio evo. Gli ingredienti vanno lavorati nel modo giusto, per un risultato come si deve.


  • Per un impasto elastico e resistente al punto giusto, che regga bene sia la preparazione che la frittura, utilizza farina 00 (quella classica), insieme alla farina 0, più forte.

  • Se puoi, usa l’acqua minerale naturale in bottiglia; quella del rubinetto potrebbe avere il sapore alterato dal cloro usato per disinfettarla, che inoltre rallenta la lievitazione.

  • Usa il lievito di birra fresco e, per farlo amalgamare bene agli altri ingredienti, scioglilo prima in 2 dita di acqua tiepida.

  • Se vuoi che le pizzelle lievitino al punto giusto, unisci il sale solo alla fine del processo di impastamento, perché altrimenti bloccherebbe la lievitazione.

  • Per stendere le pizzelle non utilizzare il matterello, ma usa le mani, altrimenti rischieresti di schiacciare via dall’impasto tutti i gas che si sono formati durante la lievitazione, e ti ritroveresti con delle pizzelle tutt’altro che soffici. 


Tutti i consigli te li abbiamo dati… Ora tocca a te metterti al lavoro!

Acquistalo Ora sul nostro Eshop