Carciofini sott’olio fatti in casa: semplici e buonissimi

carciofini sott olio fatti in casa ricetta

Carciofini sott’olio fatti in casa: semplici e buonissimi

Olio Farchioni
5 da 3 voti
Gustosi e molto versatili in cucina: i carciofini sott'olio sono perfetti per dare quel tocco in più a molte pietanze.
Preparazione 30 min
Cottura 4 min
Attesa 5 h
Tempo totale 5 h 34 min
Portata Antipasto, Aperitivo
Cucina Italian
Porzioni 4 barattoli
Calorie 120 kcal

Attrezzatura

  • Pentola
  • Barattoli di vetro

Ingredienti
 

  • 2 kg carciofini
  • 2 limoni
  • 1 l aceto bianco
  • 1 l acqua
  • qb olio extra vergine di oliva

Istruzioni
 

  • Pulire con attenzione i carciofini eliminando il gambo, le foglie esterne più dure e la punta (tagliando più o meno a metà carciofo), in modo che restino solo i cuori.
  • Man mano che vengono puliti, immergerli in acqua e limone.
  • Mettere sul fuoco una pentola con acqua e aceto.
  • Una volta raggiunto il bollore, immergervi i carciofini e lasciali cuocere per circa 4 minuti.
  • Toglierli dal fuoco e lasciarli freddare in una scodella.
  • Disporli su un canovaccio pulito o su della carta assorbente a testa in giù e lasciarli asciugare per 6 ore.
  • Disporli in una barattolo di vetro sterilizzato, ricoprirli con abbondante olio extravergine di oliva.
  • Aspettare qualche minuto, pressare i carciofini con una forchetta e aggiungere altro olio se necessario.
  • Chiudere con cura il coperchio.
I carciofini sott’olio, oltre ad essere davvero buoni, sono anche molto versatili: ideali come aperitivo, antipasto, o come ingrediente per insaporire insalate di riso o di pasta. Oggi ti insegneremo a preparli in casa, e ti daremo alcuni preziosi consigli per non sbagliare.

Carciofini sott’olio: acquistarli e pulirli

Per fare i carciofini sott’olio servono quelli piccoli, i più adatti ad essere conservati in barattolo. Al momento di acquistarli, ricordati che devono avere una consistenza soda, un colore uniforme, non devono presentare macchie e devono avere le foglie ben chiuse (man mano che il carciofo invecchia queste ultime tendono ad aprirsi).
Condizione indispensabile affinché i carciofini fatti in casa vengano perfetti è che siano teneri; per questo motivo è fondamentale pulirli in maniera molto accurata:
  • Indossa dei guanti (altrimenti le mani si anneriranno)
  • Togli con cura tutte le foglie più esterne, fino ad arrivare a quelle chiare e tenere
  • Elimina il gambo del carciofino
  • Taglia anche la punta (più o meno a metà carciofo)
Ricordati che i carciofi a contatto con l’aria si ossidano molto velocemente: man mano che li pulisci mettili in acqua e limone, in modo che rimangano chiari

Carciofini: olio extra vergine di oliva per una conservazione ottimale

L’olio extra vergine di oliva fra tutti è sicuramente il più sano e gustoso, ma non tutti sanno che è anche il più indicato per la conservazione degli alimenti, in quanto in grado di contrastare al meglio i processi di ossidazione dei cibi.
Per i nostri carciofini fatti in casa abbiamo utilizzato l’olio extra vergine di oliva Il Casolare Grezzo Naturale, non filtrato, dal gusto equilibrato e dal profumo gradevolmente fruttato, perfetto per renderli gustosi senza sovrastarne il sapore.
Un’ultima raccomandazione: per conservarsi al meglio, i carciofini devono essere perfettamente coperti d’olio. Una volta riempiti i barattoli:
  • Aspetta almeno 10 minuti per dar tempo ai carciofi di “assestarsi”.
  • Pressali delicatamente con una forchetta per far uscire tutte le eventuali bolle d’aria.
  • Se necessario, aggiungi un altro po’ d’olio, in modo che siano completamente immersi.
Ora che tutti i segreti per preparare i carciofini sott’olio fatti in casa li conosci, non ci resta che lasciarti alla ricetta, ricordandoti che, una volta pronti, ti conviene aspettare 7 - 10 giorni prima di assaggiarli, in modo che si insaporiscano a dovere.

Vinci una fornitura annuale di Olio Il Casolare